Stemma Regione Veneto  Regione Veneto

Servizio Sociale Professionale

Risponde all’esigenza primaria di:

Le funzioni del Servizio Sociale Professionale sono finalizzate a:

  • alla lettura e decodificazione della domanda sociale,
  • alla conoscenza e valutazione del bisogno,
  • alla predisposizione di un progetto personalizzato,
  • alla presa in carico della persona, della famiglia e/o del gruppo sociale,
  • all’attivazione ed integrazione dei servizi e delle risorse in rete,
  • alla promozione di reti solidali ai fini di prevenire i rischi del disagio sociale,
  • all’accompagnamento e all’aiuto nel processo di promozione ed emancipazione sociale,
  • alla gestione di processi di aiuto,
  • alla definizione del Progetto Individuale di Assistenza nelle Unità multidisciplinari.

Allo svolgimento di tali funzioni sono incaricate quattro assistenti sociali, adeguatamente formate, ciascuna con un proprio ambito di intervento.

Le Aree di intervento delle politiche sociali di questo Comune, tenuto conto delle indicazioni nazionali e regionali sui servizi sociali e del Piano di zona dell’Azienda ULSS n° 8, sono:

  1. Area anziani
  2. Area disabilità adulta e dell’handicap
  3. Area contrasto della povertà
  4. Area salute mentale
  5. Area minori e politiche giovanili
  6. Area responsabilità familiari.

Le PRESTAZIONI offerte sono:

  • interventi di sostegno economico a famiglie o singole persone con reddito inferiore al Minimo Vitale,
  • prestazioni economiche destinate a rimuovere e superare situazioni occasionali e particolari di bisogno nel corso della vita,
  • mantenimento di persone inabili e prive di reddito,
  • sussidi e altre forme di trasferimenti economici,
  • sostegno domiciliare per le persone anziane non autosufficienti,
  • sostegno domiciliare a tutte le persone di qualsiasi età che si trovano in uno stato di dipendenza sanitaria o socio-sanitaria o solo assistenziale,
  • consulenza sui problemi familiari e sociali,
  • sostegno socio-educativo per il disagio psico-sociale e per le fasce di popolazione a rischio ( minori, disabili )
  • interventi per l'inserimento e l'integrazione sociale dei disabili,
  • misure di integrazione sociale per detenuti, ex detenuti, nomadi e cittadini stranieri,
  • percorsi di recupero e inserimento sociale per i soggetti a rischio di marginalità sociale,
  • indicazioni e orientamento sulle opportunità offerte dalla rete dei servizi e dalla comunità.

Il metodo adottato per la realizzazione ditali interventi è quello del “ lavoro per progetti”, che si caratterizza per la propria capacità di superare l’approccio assistenziale in favore di una personalizzazione degli interventi, orientando l’attività degli operatori sociali ( addetti all’assistenza, assistenti sociali, operatori di assistenza, ecc.) verso la produzione di risultati di “ benessere psico-fisico, sociale, relazionale”.

In particolare nei progetti personalizzati va indicata:

  • la natura del bisogno,
  • la complessità e intensità dell’intervento assistenziale,
  • la sua durata,
  • i costi derivanti dalla composizione dei fattori produttivi impiegati ( professionali e di altra natura)
  • le responsabilità individuate per ogni servizio coinvolto,
  • la verifica di efficacia,
  • la partecipazione e la collaborazione dell’utente e della sua famiglia ( contratto informato)

Alla realizzazione degli interventi sovraesposti concorrono le seguenti risorse umane:

  1. Assistente sociale Tommasi Elena
  2. Assistente sociale Civiero A. Maria
  3. Assistente sociale Perandin Anna
  4. Assistente sociale Gallina Alessandra
  5. Èquipe Funzionale Interna, composta dal Responsabile dei Servizi Sociali, Sonego Laura, e dalle assistenti sociali sopraccitate
torna all'inizio del contenuto