Stemma Regione Veneto  Regione Veneto

Festa Europea della Musica: quattro appuntamenti a Montebelluna venerdì 21 giugno

Pubblicata il 20/06/2019

Per i 25 anni delle celebrazioni nazionali della Festa della Musica anche Montebelluna è protagonista. Ideata nel 1982 dal Ministero della Cultura francese, la Festa Europea della Musica viene celebrata venerdì 21 giugno anche a Montebelluna grazie alla collaborazione tra l’assessorato alla cultura e l’associazione Musikdrama, che cura il progetto dell’orchestra giovanile La Réjouissance e del festival musicale Gioie Musicali.
Quest’ultimo si apre in anteprima a Montebelluna proprio con la Festa Europea della Musica.


Quattro gli appuntamenti musicali in programma a partire dal mattino, come i punti cardinali toccati dal percorso del sole nel giorno più lungo dell’anno e che vedranno coinvolti musicisti provenienti da vari conservatori del Veneto intersecando i giovani che crescono con studio e passione nel musica e giovani che invece hanno raggiunto le vette. Si esibiranno infatti anche due giovani musicisti del teatro alla Scala, che eseguiranno in prima nazionale a Montebelluna “Memories” di Roydon Tse.




Ecco l’agenda della festa della musica a Montebelluna


ore 9.30 Tra “Bar Bernardi” e "Caffè Club” (in caso di maltempo presso interno Bar Bernardi)
Cappuccino e duo a parte
Macchiato, liscio, ristretto, corretto, questa volta è la musica che si accompagna al buongiorno!
Nel mattino di Grieg le note del risveglio sono affidate al flauto, a questo strumento affidiamo il sospiro del risveglio, accompagnato dagli accordi di una chitarra.
Un momento di esperienza che unisce l’aroma del caffè, un rito al mattino, con la musica.
Elena Pellizzari: flauto
Piergiacomo Buso: chitarra


ore 11.30 Piazza Negrelli
Friedrich Micio” ensemble
Chi direbbe mai che i musicisti classici non sono bravi a fare caciara.
Ecco che all’ora fatidica della ricreazione, qualcosa per destarvi dalla routine.
Dalla filosofia seria ad un tocco meno grave, musica acustica originale sperimentale e improvvisativa uscire dal concetto formale della formazione classica per nuove frontiere tra la musica e il teatro anche con strumenti giocattolo.


ore 18.30 Crocevia tra via Cavour e Via Tiziano (In caso di maltempo presso la biblioteca comunale)
Duo di giovani artisti dell’Orchestra del Teatro alla Scala
Imbuchiamo nel golfo mistico della scala e andiamo a scoprire due strumenti che non si penserebbero assieme il pizzicato dell’arpa e le note della Marimba.
Dalla Réjouissance al Teatro alla Scala di Milano, quest’anno i giovani protagonisti che sono diventati professionisti tornano anche nell’anteprima di Gioie Musicali.
Silvia Vicario: arpa
Gerardo Capaldo: marimba


ore 21.00 Evento serale Piazza Dall’Armi (in caso di maltempo presso il Teatro Binotto)
Sturmundrums
Tempesta e assalto, lo sturm und drang, si definiva il movimento artistico.
Qui invece abbiamo tempesta e percussioni, non faranno fulmini e saette ma i drummers con i rombi di tuono se la cavano piuttosto bene: KABOOOM!
Una decina di giovani musicisti, tutti percussionisti, armati di bacchette faranno un concerto che avrà come protagonisti Marimbe, Xilofoni e batteria ma non solo, tutto l’apparato percussionistico della grande orchestra sinfonica finisce in piazza. Evento in collaborazione con la classe di Percussioni del Conservatorio di A. Pedrollo di Vicenza.
Andrea Finetto: glockenspiel, crotali
Rossano Muzzupapa: vibrafono
Luca Gallio xilofono: piatti sospesi
Daniele Daldoss: marimba
Lorenzo Lozzo: marimba bassa
Filippo Casellato: timpani
Alberto Zongaro: campane tubolari, wood block, bongò, piatti sospesi, maracas, tom-toms Alberto Muscherà cassa, rullante, hit-hat, wind chimes, piatti sospesi
Samuele Fabbro: grancassa, tam-tam, triangolo


Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto