Stemma Regione Veneto  Regione Veneto

Caro prezzi: il Comune di Montebelluna “congela” 1 milione e mezzo di avanzo libero

Pubblicata il 23/06/2022

Prudenza e lungimiranza: sono questi gli aspetti che hanno spinto l’amministrazione comunale a congelare temporaneamente la destinazione dell’avanzo libero approvato ieri sera in Consiglio Comunale.

 

Spiega l’assessore al bilancio, Lucrezia Favaro“Parliamo - nello specifico di circa 1 milione 759mila euro di avanzo libero risultante dal rendiconto 2021 al netto dei 2.6 milioni già applicati dopo l’approvazione del rendiconto e relativi alla restituzione del fondo di solidarietà 2015 indebitamente trattenuto dallo Stato.

Di questo 1 milione 469mila euro viene “congelato” mentre 290mila euro vengono invece impiegati rispettivamente per l’aumento di costi delle bollette del gas degli edifici comunali (per 100mila euro) e per manutenzioni straordinarie improrogabili per 190mila euro.

A quest’ultimo importo si aggiungono ulteriori 60mila euro residuali dall’avanzo destinato agli investimenti che portano la cifra per manutenzioni straordinarie a 250mila euro”

 

 

Tra le manutenzioni, sono previsti interventi alle strade comunali, alla segnaletica stradale, interventi su Villa Pisani, sugli impianti sportivi, l’impianto di illuminazione pubblica, sugli impianti immobili patrimoniali e della sede del municipio, della Loggia dei Grani, delle scuole primarie e secondarie di primo grado, della biblioteca comunale,

 

Contestualmente è stata anche approvata la verifica degli equilibri che ha messo in evidenza per quanto riguarda le entrate tributarie un aumento di 310mila euro del recupero evasione dell’IMU. anni precedenti e di 94.313,16 euro per recupero evasione della Tasi degli anni precedenti, dovuti alla ripresa della normale attività di accertamento e di riscossione coattiva.

 

Sempre in tema di caro bollette, tra le entrate derivanti da contributi e trasferimenti correnti dello Stato, della Regione si evidenzia l’assegnazione del contributo per il contenimento dei costi dell’energia per 81.794 euro. Infine, in tema di entrate, rispetto a quelle extratributarie emerge un minore stanziamento di 50mila euro per sanzioni in materia di circolazione ed atti amministrativi in seguito al trend del 1 semestre 2022. Questa minore entrata è compensata da un maggiore stanziamento di 130mila euro per ruoli emessi per sanzioni in materia di circolazione ed atti amministrativi per la ripresa delle attività di riscossione coattiva.

 

Le maggiori entrate serviranno per coprire i maggiori costi della mensa scolastica (30mila euro), per gestire i concorsi pubblici in vista delle nuove assunzioni previste nel corso dell’anno (36mila euro), per incrementare l’orario di apertura della biblioteca comunale (18mila euro), per sostenere eventi (23mila euro) e per coprire il caro bollette delle piscine (contributo straordinario di 40mila euro).

 

Commenta il sindaco, Adalberto Bordin“L’attuale situazione socio-economica impone di non applicare al momento tutto l’avanzo disponibile per fare in modo di poter coprire eventuali maggiori spese provocate dall'aumento del costo dell'energia, dal maggiore costo delle materie prime, ma anche per far fronte, in caso di necessità, alla compartecipazione ai vari bandi ai quali abbiamo partecipato qualora ne fossimo assegnatari.

E’ una scelta dettata dal buon senso, tenendo conto di un panorama internazionale incerto ed i cui effetti sono evidenti anche nella quotidiana amministrazione”.

 

 

 
 


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto