Stemma Regione Veneto  Regione Veneto

Aumentano gli sfalci del verde pubblico da 10 a 15 all’anno

Pubblicata il 07/05/2022

 

Partirà lunedì prossimo il secondo sfalcio delle aree verdi del territorio comunale di Montebelluna. Un’operazione aggiuntiva - rispetto agli anni passati - resa possibile grazie alle maggiori risorse destinate alla gestione del verde introdotta coll’ultima variazione di bilancio grazie alla quale il numero di sfalci annuali delle aree verdi eseguiti dalla ditta esterna incaricata aumenterà da 6 ad 8. Ad essere interessati dallo sfalcio sono 250mila metri quadrati di aree verdi. Lunedì si partirà con lo sfalcio delle aree del centro e delle scuole e, a seguire, quelle più periferiche. Avverrà in orario diurno e durerà all'incirca due settimane, compatibilmente con le condizioni meteorologiche.

E’ inoltre in corso da due settimane la pulizia dei cigli stradali che interessano circa 230 km di territorio e quella dei marciapiedi partirà a metà maggio, anziché a fine luglio come di solito, e riguarderà 150 aree tra vie e piazze. Lo sfalcio dei marciapiedi si rende necessario soprattutto dopo la nuova normativa introdotta nel 2015 e che vieta agli enti pubblici di utilizzare diserbanti nei luoghi molto frequentati.

 

Commenta il vicesindaco e assessore all’Ecologia, Claudio Borgia“Abbiamo voluto implementare di circa 70mila euro le risorse destinante alla manutenzione del verde pubblico, pertanto lo stanziamento ora è di circa 250mila euro all’anno. Un aumento importante, concordato con il sindaco Bordin che ringrazio, per migliorare la qualità degli interventi previsti.

Questo porterà ad un maggior decoro della nostra città perché permetterà di incrementare il numero di sfalci annuali che passeranno da circa 6 ad 8 così come quello della pulizia cigli stradali da 3 a 4 e quella dei marciapiedi da 1 a 3: questo significa che gli sfalci complessivi passeranno da 10 a 15 garantendo così maggiore pulizia e sicurezza in Città. Grazie a questo aumento degli interventi siamo riusciti a partire prima con i servizi per il verde.

 

In aggiunta poi alle nuove risorse destinate per il verde pubblico, abbiamo avviato la procedura per assumere un nuovo giardiniere comunale così da passare dagli attuali 2 a 3 e potenziato la programmazione dei lavori. Queste sono alcune scelte operate per alzare lo standard del servizio che ci impegnerà anche per i prossimi anni. Inoltre faccio un appello e ricordo inoltre a tutti i cittadini con siepi e piante adiacenti il suolo pubblico di mantenere in ordine le aree pubbliche, come previsto dal regolamento comunale, operando all’insegna del senso civico. La qualità di migliora anche e sopratutto attraverso la volontà comune e la condivisione.”

 

Conclude il sindaco, Adalberto Bordin: “Il decoro urbano rappresenta uno dei biglietti da visita della città tale da renderla più gradevole non solo dal punto di vista estetico ma anche più vivibile nel quotidiano. Proprio per questo ho voluto condividere con la giunta la scelta di aumentare il budget destinato alla gestione del verde così da garantire una manutenzione puntuale nel territorio in un’ottica di sempre maggiore attenzione verso l’ambiente, l’ecologia e, più in generale, e la sostenibilità”.

 


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto