Stemma Regione Veneto  Regione Veneto

Rotatoria tra via Roma e via Galilei: pronto il progetto. Sarà realizzata anche una bretella di innesto verso nord e due piste ciclopedonali a nord e a sud di via Galilei.

Pubblicata il 29/07/2020

Sarà discusso domani in consiglio comunale anche il nuovo progetto esecutivo-definitivo dei lavori di messa in sicurezza e miglioramento della viabilità del tratto di rotatoria tra via Roma, via Galilei, via Sansovino e via Bergamo.
Si tratta di uno degli innesti più critici del centro che già nel 2015 era stato interessato da ulteriore disagi connessi con l’abbattimento di un pezzo di muro di uno degli immobili a ridosso della rotatoria da parte di un bus della Mom.
Diverse sono le azioni messe in campo dall’amministrazione comunale per risolvere le criticità, a partire dall’accordo urbanistico grazie al quale lo stesso immobile danneggiato è stato in seguito abbattuto e la proprietà dell’area liberata è passata al Comune.
Le riflessioni e il confronto con i tecnici ha poi indirizzato l’amministrazione anche verso l’acquisizione dell’abitazione a ridosso di quella abbattuta, così da liberare un ulteriore spazio necessario per migliorare ulteriormente l’innesto.
Si è quindi giunti al progetto attuale che prevede di spostare un po’ più a nord l’innesto di via Galilei che al momento risulta a ridosso dell’innesto di via Bergamo che proviene da sud creando così interferenza. A nord verrà inoltre realizzata una piccola bretella utile per chi – provenendo da est – deve svoltare a nord verso il centro.
A questo si aggiunge anche il miglioramento che interesserà i pedoni e dei ciclisti, con la realizzazione nell’ultimo tratto ad est della rotatoria, di una pista ciclopedonale sia a nord che a sud dell’asse stradale per cui chi proviene a piedi o in bicicletta da Galilei in direzione di via Roma o via Bergamo non sarà più costretto a percorrere l’ultimo tratto lungo il ciglio stradale.
 
Spiega il sindaco“Il progetto mira a raggiungere tre obiettivi: il primo è quello di mettere in sicurezza gli innesti tra via Bergamo e via Galilei, attualmente troppo ravvicinati, con lo spostamento del sedime stradale di via Galilei più nord.
Il secondo obiettivo è quello di rendere giù performante la rotatoria in modo da ridurre gli accodamenti provenienti da est: infatti, viene aggiunta una bretella che collega via Galileo Galilei a Via Roma come bypass per coloro che devono girare verso nord in modo da ridurre parzialmente il carico di traffico sulla rotatoria.
Il terzo obiettivo è quello di mettere in sicurezza i pedoni che attualmente camminano lungo via Galilei a fianco delle auto che percorrono la strada: grazie all’abbattimento già avvenuto della prima abitazione che si affacciava sulla rotatoria, e al secondo dell’altra abitazione a fianco della prima che il Comune sta acquisendo, si ricava lo spazio utile per realizzare due marciapiedi: uno a nord ed uno a sud in grado di mettere in sicurezza i pedoni, soprattutto studenti, che si recano al vicino polo scolastico”.
 
In questo modo, chi proviene lungo via Galilei da est potrà percorrere tranquillamente in sicurezza il percorso all’interno del Parco Manin, attraversare sulle strisce pedonali presso il supermercato per proseguire in sicurezza il suo percorso verso ovest nel marciapiede che sarà collegato, prima della rotatoria, da un nuovo attraversamento pedonale collegato al marciapiede che verrà realizzato a nord della stessa rotatoria.
 
Conclude l’assessore ai lavori pubblici: “Con la variazione di bilancio di domani sera in Consiglio comunale (oggi, ndr), andiamo ad integrare parzialmente l’importo di 283mila euro circa già previsto per l’opera. Si tratta di 45mila euro circa utili sia per completare l’acquisizione del secondo immobile da abbattere con cui è già stato sottoscritto l’accordo bonario con la proprietà, sia per realizzare la bretella a nord della rotatoria.
Una volta approvato il progetto in giunta nei prossimi giorni, si provvederà a completare il progetto esecutivo e ad andare in gara così da porte avviare il cantiere già per l’autunno e compiere così un altro passo importante per il miglioramento della sicurezza stradale cittadina”


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto