Stemma Regione Veneto  Regione Veneto

Montebelluna dà il benvenuto all’estate. Week end di eventi in città: dalla Festa Europea della Musica in centro, al concerto multimediale al Palamazzolovo, al volo vincolato al Parco Manin

Pubblicata il 20/06/2019

Un week end denso di iniziative ed eventi quello in programma a Montebelluna.
Tre giorni, da venerdì a domenica, in cui il centro cittadino sarà animato da occasioni culturali e di intrattenimento promosse dall’amministrazione comunale con il supporto di diverse associazioni

Si parte domani, venerdì 21 giugno, quando, in occasione della Festa Europea della Musica, l’assessorato alla cultura in collaborazione l’associazione Musikdrama, che cura il progetto dell’orchestra giovanile La Réjouissance e del festival musicale Gioie Musicali, ha messo a punto quattro appuntamenti musicali in città già a partire dal mattino. Quattro come i punti cardinali toccati dal percorso del sole nel giorno più lungo dell’anno e che vedranno coinvolti musicisti provenienti da vari conservatori del Veneto intersecando i giovani che crescono con studio e passione nel musica e giovani che invece hanno raggiunto le vette. Si esibiranno infatti anche due giovani musicisti del teatro alla Scala, che eseguiranno in prima nazionale a Montebelluna “Memories” di Roydon Tse*.

Sabato 22 giugno, invece, alle 21.00 al Palamazzalovo di Montebelluna (TV) si terrà il concerto multimediale “C’era una volta celeste”, un viaggio tra poesia e tecnologia attraverso brani di Fiorella Mannoia, Ivano Fossati, Ron, Stadio, Phil Collins, Hans Zimmer e altri.
Il concerto, presentato dalla Compagnia Musici la Meridiana, permetterà allo spettatore di immergersi in una nuova dimensione tra poesia, musica e tecnologia in un fantastico viaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale: una riflessione sull'insaziabile desiderio di conoscenza e sul tentativo di spingersi oltre i propri limiti e capacità. Si potrà intraprendere un viaggio tra poesia, musica e tecnologia: la musica dal vivo sarà affiancata a nuove tecnologie ed effetti speciali che trasporteranno i presenti in una nuova e sconosciuta dimensione.
L’evento, senza fini di lucro, contribuisce a sostenere progetti di solidarietà e di aiuto verso gli “ultimi” del nostro tempo. Entrata con prenotazione e offerta responsabile.

Domenica 23 giugno sarà invece contraddistinta dal ritorno nelle piazze del centro dalle 8.30 alle 19.00 di “Mercanti per caso”, la fortunata manifestazione nella quale qualsiasi privato cittadino può esporre e vendere, occasionalmente e in maniera non professionale, oggetti superflui, usati, costruiti personalmente, pazzi e strani. I mercanti aspettano appassionati e curiosi presso: Corso Mazzini, piazza Sedese, piazza Marconi e piazza Negrelli.

Dalle 18.30, inoltre, al Parco Manin, Comune e Associazione BelTeatro di Padova promuvono l’iniziativa “Con la testa per aria” che dà la possibilità di compiere un volo vincolato con mongolfiera. L’evento è adatto a tutti e prevede il raggiungimento di un'altezza di circa 25 metri dal suolo.
L'iniziativa pone un occhio di riguardo verso le persone disabili, essendo pensato anche per superare le barriere architettoniche che spesso ostacolano le persone portatrici di handicap.
Ingresso libero.

Commenta l’assessore alla cultura, Debora Varaschin: “Un week end spettacolare in cui l’amministrazione comunale in sinergia con le associazioni che promuovono attività culturali vuole dare un primo assaggio dei tanti eventi che andranno a vivacizzare l’estate in città. Un valore aggiunto è quello dato dal lavoro di squadra con le associazioni che portano nel nostro territorio esperienza, professionalità e passione con un unico obiettivo: dare e fare cultura.
Il ricco calendario del week end va dall’anticipazione di Gioie Musicali con gli eventi del 21 giugno che hanno avuto anche il Patrocinio del Parlamento Europeo, all’evento del 22 giugno, unico nel suo genere che vede protagonista lo spazio dato anche l’avvicinarsi della commemorazione del 50mo anniversario dello sbarco sulla Luna del prossimo luglio, a quello del 23 giugno in cui il cielo sarà un po’ più vicino per tutti, dove poter ammirare il paesaggio dall’alto, dove non esistono le barriere: momenti unici da vivere con la famiglia”

-Festa Europea della Musica
Questa l’agenda della festa della musica a Montebelluna.

ore 9.30 Tra “Bar Bernardi” e "Caffè Club” (in caso di maltempo presso interno Bar Bernardi)
Cappuccino e duo a parte
Macchiato, liscio, ristretto, corretto, questa volta è la musica che si accompagna al buongiorno!
Nel mattino di Grieg le note del risveglio sono affidate al flauto, a questo strumento affidiamo il sospiro del risveglio, accompagnato dagli accordi di una chitarra.
Un momento di esperienza che unisce l’aroma del caffè, un rito al mattino, con la musica.
Elena Pellizzari: flauto
Piergiacomo Buso: chitarra

ore 11.30 Piazza Negrelli
“Friedrich Micio” ensemble
Chi direbbe mai che i musicisti classici non sono bravi a fare caciara.
Ecco che all’ora fatidica della ricreazione, qualcosa per destarvi dalla routine.
Dalla filosofia seria ad un tocco meno grave, musica acustica originale sperimentale e improvvisativa uscire dal concetto formale della formazione classica per nuove frontiere tra la musica e il teatro anche con strumenti giocattolo.

ore 18.30 Crocevia tra via Cavour e Via Tiziano (In caso di maltempo presso la biblioteca comunale)
Duo di giovani artisti dell’Orchestra del Teatro alla Scala
Imbuchiamo nel golfo mistico della scala e andiamo a scoprire due strumenti che non si penserebbero assieme il pizzicato dell’arpa e le note della Marimba.
Dalla Réjouissance al Teatro alla Scala di Milano, quest’anno i giovani protagonisti che sono diventati professionisti tornano anche nell’anteprima di Gioie Musicali.
Silvia Vicario: arpa
Gerardo Capaldo: marimba

ore 21.00 Evento serale Piazza Dall’Armi (in caso di maltempo presso il Teatro Binotto)
Sturmundrums
Tempesta e assalto, lo sturm und drang, si definiva il movimento artistico.
Qui invece abbiamo tempesta e percussioni, non faranno fulmini e saette ma i drummers con i rombi di tuono se la cavano piuttosto bene: KABOOOM!
Una decina di giovani musicisti, tutti percussionisti, armati di bacchette faranno un concerto che avrà come protagonisti Marimbe, Xilofoni e batteria ma non solo, tutto l’apparato percussionistico della grande orchestra sinfonica finisce in piazza. Evento in collaborazione con la classe di Percussioni del Conservatorio di A. Pedrollo di Vicenza.
Andrea Finetto: glockenspiel, crotali
Rossano Muzzupapa: vibrafono
Luca Gallio xilofono: piatti sospesi
Daniele Daldoss: marimba
Lorenzo Lozzo: marimba bassa
Filippo Casellato: timpani
Alberto Zongaro: campane tubolari, wood block, bongò, piatti sospesi, maracas, tom-toms Alberto Muscherà cassa, rullante, hit-hat, wind chimes, piatti sospesi
Samuele Fabbro: grancassa, tam-tam, triangolo
 

 



Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto