Stemma Regione Veneto  Regione Veneto

Manutenzione del verde: la giunta stanzia circa 200mila euro per i prossimi due anni

Pubblicata il 05/02/2019

Sono oltre 200mila euro quelli che la giunta comunale di Montebelluna ha deciso di mettere a disposizione per l'affidamento del servizio di manutenzione del verde a ridotto impatto ambientale del Comune di Montebelluna per il prossimo biennio.

Un incarico che, come in precedenza, sarà riservato ad operatori economici e a cooperative sociali e loro consorzi con l’intento d favorire l'integrazione sociale e professionale delle persone svantaggiate o con disabilità, ma che rispetto al passato quando aveva durata annuale, durerà due anni.

Spiega il vicesindaco, Elzo Severin: “L’’incarico prevede uno stanziamento di 202mila euro per i due anni, di cui circa 96mila euro destinati alla manutenzione delle aree versi (per 1.746.418 metri quadrati), circa 5mila euro al taglio dei polloni dei 616 tigli, oltre 20mila euro per la potatura delle siepi(34.553 meri quadrati), 17.400 euro per la manutenzione delle 12 aiuole fiorite e 19mila euro per eventuali abbattimenti e potature. Si tratta di un patrimonio cospicuo ed importante che viene costantemente manutentato grazie alla collaborazione con soggetti esterni coordinati dal nostro Ufficio Ecologia. Valore aggiunto dell’operazione è la implicita finalità sociale che fa sì che da anni il Comune affidi l’incarico a realtà che favoriscono l’inserimento di persone disabili o in situazioni di svantaggio”.

Nella scelta del soggetto a cui affidare l’incarico saranno privilegiati i soggetti che comprendono un inquadramento e la formazione specialistica dei lavoratori dedicati all’appalto, che hanno un maggior numero di lavoratori svantaggiati/deboli (già presenti in organico o che verranno assunti) che comunque non deve essere inferiore al 30% dell’organico complessivo, così come una maggiore capacità operativa riferita alla tipologia del servizio (parco mezzi e attrezzature in proprietà) e una maggiore sostenibilità ambientale.



Facebook Google+ Twitter
torna all'inizio del contenuto