Stemma Regione Veneto  Regione Veneto

BCM@HOME: con i nuovi servizi, la biblioteca arriva a casa (libri da asporto, a domicilio, online, a scuola)

Pubblicata il 10/11/2020

I libri – conservati all’interno delle borsette messe a disposizione dei negozianti de Il Mosaico – sono consegnati dai i volontari del servizio civile.
 
In base al DPCM del 3 novembre 2020 tutte le biblioteche italiane sono chiuse al pubblico. Tuttavia, facendo di necessità virtù, come diverse altre biblioteche della rete BAM, anche la biblioteca comunale di Montebelluna ha deciso di uscire dall’edificio, arrivando fino a casa vostra, con le nuove proposte di BCM@HOME, tutte attive da mercoledì 11 novembre 2020.
 
Di fronte alle limitazioni di carattere epidemiologico, i servizi culturali sempre più cercano di ampliare le modalità con cui raggiungere le persone, così da continuare a garantire l’accesso alla lettura e all’informazione, tutelando al contempo la salute di tutti.

 
>BCM TAKE AWAY. La biblioteca da asporto
Di fronte all’entrata principale della biblioteca verrà attivato un punto di consegna delle richieste di libri, audiolibri, DVD, riviste, CD, riviste o di pacchetti pronti con selezioni preparate dai bibliotecari.
Telefonando in biblioteca si potranno prenotare specifici titoli oppure un pacchetto di 3 libri scelto fra i nostri menù da asporto, che propongono selezioni legate al genere letterario, all’argomento e all’età dei lettori (baby , ragazzi , adulti).
Sarà possibile anche continuare a richiedere e ritirare materiali di altre biblioteche con l’interprestito provinciale.
Inoltre il box delle restituzioni si fa in due: chi avesse a casa dei libri in scadenza potrà depositarli  all'ingresso della biblioteca, dal martedì al sabato, con orario 9-13 oppure renderli nel box del Caffè Letterario della biblioteca, dal lunedì al venerdì con orario 7.30-18 e il sabato con orario 7.30-12.30.
 
>BCM DELIVERY. La biblioteca a domicilio
Da mercoledì parte anche il prestito a domicilio all'interno del territorio comunale.
Anche qui le prenotazioni si potranno fare via telefono o mail, almeno un giorno prima della consegna, richiedendo titoli specifici o menù da asporto.
Le consegne avverranno la mattina, da martedì a sabato: ogni giorno della settimana sarà dedicato a una precisa zona del territorio comunale:  
Martedì: Pederiva, Biadene
Mercoledì: San Gaetano, Busta
Giovedì: Mercato Vecchio, Centro
Venerdì: Posmon, Contea, Sant’Andrea
Sabato: Caonada, Guarda
Il servizio è rivolto ai residenti nel Comune di Montebelluna iscritti alla biblioteca. Per chi non avesse la tessera, sarà sufficiente chiamare in biblioteca per fare un’iscrizione temporanea.
In generale sarà data priorità a persone a ridotta mobilità o con una logistica familiare non compatibile con gli orari del punto di consegna materiali all’esterno della biblioteca.
Il servizio si svolgerà grazie alla collaborazione dei volontari del servizio civile e con il supporto dei negozianti aderenti all’associazione Mosaico che forniscono le borsette per le consegne.
 
>BCM ON LINE. La biblioteca a portata di click
È possibile accedere alla biblioteca digitale sulla piattaforma MLOL - Medialibraryonline e dal catalogo TVB-Rete Indaco per prendere a prestito e leggere gratuitamente oltre 48.000 e-book protetti da DRM, audiolibri, quotidiani e oltre 7000 quotidiani e periodici nazionali e internazionali, nonché 1 milione e 400.000 contenuti liberamente accessibili.
 
>BCM AT SCHOOL. La biblioteca a scuola
Le scuole di Montebelluna possono chiedere la consegna di selezioni di libri che verranno recapitati direttamente in classe da un bibliotecario.

>BCM ON DEMAND. La biblioteca informa
Per informazioni su tutti i nuovi servizi, per prenotazioni, per consulenze, è possibile scrivere a helpdesk@bibliotecamontebelluna.it o telefonare allo 0423/600024 da martedì a sabato, dalle 9.00 alle 13.00.

La biblioteca di Montebelluna è da sempre una “biblioteca sociale”, ovvero “una di quelle biblioteche che, grazie anche a soluzioni architettoniche di particolare pregio sono in grado non soltanto offrire posti di studio e ricerca, ma di accogliere le famiglie, i bambini e i diversi gruppi di interesse in spazi dove svolgere attività differenziate, trascorrere il tempo libero in contesti belli e luminosi come i centri commerciali, ma – a differenza di questi ultimi – non segnati dall’esperienza del consumo: luoghi nei quali si ha diritto di accedere e stazionare liberamente perché si è essere umani, e non già clienti disponibili a spendere denaro” (Maria Stella Rasetti, direttore della Biblioteca San Giorgio di Pistoia).
Anche in questa fase di chiusura della sede, la biblioteca continua a lavorare, a diffondere informazione e lettura, a tenere le relazioni con i propri utenti, in qualsiasi modalità possibile, pronta ai cambiamenti del prossimo futuro.
 


Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto